1101001010010111011000011110011000111110 – Terzo Arcano

Gioco a enigmi online - 1101001010010111011000011110011000111110

Nonostante il senso di sollievo dato dalla probabile risoluzione dell’arcano, c’è un interrogativo che non smette di turbinarmi in testa. Dove devo andare adesso?

C’è solo una porta nella stanza, la stessa del mio arrivo. Ho controllato in ogni angolo in cerca di una via di uscita, ma niente. Sembra proprio che sia in trappola.

Ma all’improvviso una strana sensazione mi pervade. Come se un lampo di conoscenza avesse abbagliato la mia mente, accecandola per qualche istante, ma lasciandovi impressa un’illuminazione rivelatoria.

So cosa fare. Apro la porta.

Quello che vedo dovrebbe lasciarmi a bocca aperta. Tuttavia, la scena mi lascia del tutto indifferente.

Il lungo corridoio in pendenza che mi ha condotto fino a qui dall’altra torre, adesso è in discesa. Non so di preciso cosa sia successo, ma ho la netta sensazione che una forza misteriosa ne abbia modificato la direzione, la stessa forza che per qualche secondo si è impossessata di me. Non è solo il corridoio ad avere cambiato direzione, anche il mio destino è mutato con esso. Lo seguo e scendo, inoltrandomi sempre più nelle profondità delle torri.


Se non fosse per il piccolissimo dettaglio che sto andando nella direzione opposta, giurerei di stare attraversando lo stesso tragitto di prima. Il silenzio assordante, le luci fioche, la lunghezza del tunnel, tutto sembra identico e speculare al percorso affrontato poc’anzi. In fondo mi aspetta una solida porta di acciaio, sempre quella. Tutto è talmente uguale a prima che mi sembra di vivere un lunghissimo déjà vu. Apro la porta.

La sensazione di déjà vu si interrompe di colpo appena varco la soglia. Nonostante la stanza sia fondamentalmente identica a quella di prima, infatti, essa differisce per la presenza di una specie di telescopio posto davanti alla piccola finestra sulla parete di fronte a me. Osservandolo per alcuni minuti noto che il marchingegno non è immobile, ma ruota molto lentamente sul suo piedistallo in modo da essere direzionato sempre verso il solito punto della volta celeste.

Mi avvicino e appoggio l’occhio al piccolo obiettivo. Una costellazione scintilla luminosa nella mia retina:

Evoca il misterioso personaggio


Torna nella prima stanza qui.

ORDINE: il cardinale dentro di me è la risposta dell’arcano

Lascia un commento