Il Licantropo di Huddleston – Angus Stone

“Direi che per adesso può bastare” esclama Fingall appena esci dalla stanzetta di Archie, “è molto tardi e abbiamo tutti bisogno di un bel sonno ristoratore. Godiamoci qualche ora di riposo nei letti più comodi di tutta la Scozia e riprendiamo con le indagini domani”.

Questa volta non potresti essere più d’accordo con il burbero proprietario dell’hotel: a stento riesci a tenere gli occhi aperti. Decidi quindi di raccogliere il suo consiglio e ti avvii verso la tua camera, pregustando il dolce abbraccio delle lenzuola. Mentre sali le scale, fra uno sbadiglio e l’altro, un raggio luminoso ti colpisce in pieno viso: ti giri e noti che la luna piena sta facendo capolino da dietro le nuvole, lanciando barbagli di luce opalina nell’oscurità della notte.

Stai dormendo beatamente quando, all’improvviso, senti dei rumori provenire dalla hall dell’albergo. Ti alzi di scatto e provi a guardare l’orologio, ma invano: la luna è nuovamente sparita dietro le nere nuvole notturne e la camera è avvolta in una coltre di oscurità. Accendi la lampada sul comodino e riesci a guardare l’ora: sono le 3:00 di notte passate.

Con un piede ancora nel letto ti alzi, ti vesti velocemente e ti rechi al pianterreno. Praticamente tutti gli ospiti dell’hotel sono già lì, disposti in cerchio attorno a uno strano ometto grassoccio con un principio di calvizie, che urla frasi sconnesse con le mani nei capelli. Qualcuno cerca di calmarlo ma inutilmente: l’uomo è completamente fuori di sé.

“Cosa succede?” Ti giri e alle tue spalle trovi John Murphy, l’uomo che aveva prestato soccorso alla signora Moore dopo l’aggressione, “lasciatemi passare, sono un medico, ci penso io”.

Il medico si fa avanti fra la folla attonita ma non fa in tempo ad avvicinarsi all’uomo che questi inizia a urlare ancora più forte, indicandolo sulla mano sinistra. “Tu lupo! Tu cattivo! Cicatrice mano! Aiuto, aiuto!”.

Istintivamente, ti lanci fra i due uomini per evitare che il signor Murphy possa venire ferito. Seguendo la tua iniziativa, anche gli altri presenti intervengono per dividerli, facendo sedere l’impaurito omuncolo su una poltrona e provando a calmarlo.

“Angus che ci fai qui?” interviene Archie, “lui è Angus Stone, un trovatello di Huddlestone che vive nell’orfanotrofio qui vicino. Purtroppo non è la prima volta che lo trovano a girovagare nei boschi di notte ma non era mai successo niente del genere. I titolari dovrebbero controllarlo meglio: Angus non è in grado di badare a se stesso”.

“Archie, dì le cose come stanno” lo interrompe Fingall con voce sprezzante, “è del tutto rintronato! Angus dicci, che succede? Sei stato aggredito anche tu dal lupo cattivo? Perché non racconti quello che è successo ai nostri ospiti?”.

Clicca qui per interrogare Angus Stone. Utilizza i comandi “/” per porre le domande… ma ricorda che tutti i personaggi hanno qualcosa da nascondere!

Chissà se i personaggi che hai già interrogato sapranno qualcosa di questa seconda aggressione. Prova a chiedere loro di ‘alibi2’ e valuta la risposta!


Il Licantropo di Huddleston è una cena con delitto online a enigmi. Interroga i sospettati per ottenere informazioni, esplora le stanza in cerca di indizi… e scopri il colpevole!

Lascia un commento